Tag: lavorazione fibra di carbonio

fiere. spoga horse

SPOGA HORSE e ILM OFFENBACH 2018: le fiere imperdibili di Settembre.

Il  mese di settembre si è aperto con due importantissime fiere a cui il team EPI non poteva mancare. Le principali manifestazioni relative a due dei nostri settori di riferimento si sono infatti tenute pochi giorni fa in Germania.
Parliamo di SPOGA HORSE, fiera internazionale dedicata al mondo dell’equitazione, e ILM OFFENBACH, manifestazione di riferimento nel mondo della valigeria.

Due settori lontani ma accomunati per noi dalla potenzialità della fibra di carbonio. Tale materiale, con le sue innovative caratteristiche e performance uniche, si presta perfettamente all’applicazione in entrambi settori, come dimostrato dai prodotti disegnati e realizzati da EPI negli ultimi anni.

Spoga Horse è una delle maggiori fiere internazionali dedicate al mondo dell’equitazione.  Due volte all’anno, Spoga Horse riunisce  domanda e offerta globale per gli sport equestri a Colonia, per presentare le maggiori innovazioni e definire le tendenze del settore.
Il team Epi – Carbon Fiber Manufacturing, ha partecipato anche a questa edizione, per presentare le innovazioni inerenti al comparto arcioni da equitazione e attrezzature sportive in fibra di carbonio.

EPI ha iniziato la prototipazione di arcioni per selle da equitazione nel 2015, dopo diversi anni di studi e ricerche relative ai materiali compositi e ai processi di lavorazione della fibra di carbonio. Gli arcioni sono costruiti interamente in fibra di carbonio, utilizzando il processo produttivo in autoclave, che garantisce le più elevate performance meccaniche.
Il risultato è un prodotto di gran lunga più leggero rispetto a quello in legno, con un notevole risparmio di peso e al tempo stesso con una resistenza altamente maggiore alle sollecitazioni e cadute.

Clicca qui per saperne di più sui nostri arcioni.

Tfiere . spoga horse . arcione in fibra di carbonio
ILM Offenbach è da 60 anni una delle principali fiere a livello internazionale per il mondo della pelletteria, valigeria ed accessori. Con una grande attenzione all’innovazione al design, la manifestazione offre una gamma ampia e rappresentativa di prodotti di alta qualità, ponendosi come una preziosa piattaforma per informazioni, comunicazione e affari.

EPI, così come gli anni passati, ha preso parte alla fiera, per presentare il proprio know-how nel campo della valigeria in fibra di carbonio, una delle più recenti e impattanti innovazioni nel settore articoli da viaggio.
Negli ultimi anni, infatti, diverse aziende leader stanno investendo molto in ricerca e sviluppo di nuovi materiali, lanciando sul mercato esclusivi prodotti in carbonio, destinati ad un target di fascia alta.

EPI nel corso degli ultimi anni ha sviluppato profonde competenze nella lavorazione della fibra di carbonio e materiali compositi, applicati al settore valigeria, in collaborazione con aziende leader di mercato, combinando le eccellenti proprietà dei materiali compositi con il design e l’artigianalità made in Italy.

 

Clicca qui per saperne di più sulle nostre valigie in carbonio

 

Per saperne di piu www.epigroup.eu 

FOLLOW US ON

FACEBOOK :      https://www.facebook.com/pg/EPIcarbonfiber/%22

TWITTER : https://twitter.com/EpiCarbonFiber/

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/company/epi-carbon-fiber-manufacturing/

Fibra di carbonio - Epi

MATERIALI COMPOSITI. BENEFICI ED INNOVAZIONI.

L’impiego dei MATERIALI COMPOSITI in campo industriale e non, ha assunto negli ultimi decenni un’importanza rilevante, arrivando, in alcuni settori, a sostituire quasi totalmente i materiali metallici, plastici e lignei, grazie alle loro elevatissime proprietà fisico-meccaniche che consentono applicazioni strutturali in svariati ambiti.
I compositi di ultima generazione prevedono l’applicazione di fibre naturali e matrici bio, per essere sempre più eco-compatibili.

 

MATERIALI COMPOSITI: COSA SONO E COME VENGONO UTILIZZATI.

Vengono definiti MATERIALI COMPOSITI i materiali costituiti da una matrice legante e da un rinforzo.  Essi sono infatti ottenuti mediante la stretta coesione di almeno due componenti, le cui caratteristiche fisiche e chimiche, sono tali da renderli diversi e reciprocamente insolubili e quindi separati tra loro. Tali elementi i vengono chiamati, uno fibra o tessuto di rinforzo, l’altro matrice.

materiali compositi

 

La matrice è il “collante” che tiene insieme il rinforzo e lo protegge dagli effetti dell’ambiente, consentendo anche di distribuire i carichi esterni all’interno del materiale e nel rinforzo.  Rinforzo è un termine generico per fibre, fiocchi o particelle disperse all’interno della matrice.

I materiali compositi consentono la costruzione di strutture leggere, resistenti ed efficienti dal punto di vista energetico che possono essere utilizzate in una grande varietà di applicazioni.  In generale vengono utilizzati quando è richiesto il contenimento delle masse di una struttura o di più particolari, pur mantenendo un elevata integrità strutturale, nonché la possibilità di realizzare particolari molto integrati e di dimensioni ridotte. La leggerezza dei compositi e la possibilità di realizzare forme aerodinamiche complesse consente un risparmio di peso e dimensioni, non ottenibili con altre tecnologie esistenti.

Per questo motivo l’utilizzo dei materiali compositi continua a crescere in molte applicazioni.
Il settore aeronautico e quello aerospaziale, rappresentano settori di riferimento, ed all’avanguardia per quanto riguarda l’impiego dei materiali compositi. Nell’industria automobilistica sono utilizzati principalmente per aumentare l’efficienza energetica.

In alcuni campi i compositi hanno già quasi interamente sostituito i materiali tradizionali, come nelle attrezzature sportive per agonismo e nelle pale eoliche. Anche l’industria nautica utilizza sempre maggiori quantità di materiali compositi.

Sempre più frequenti sono anche applicazioni meno “convenzionali” relative a settori come il design, la valigeria e persino accessori ed oggetti da tavola!

PROCESSI PRODUTTIVI

L’utilizzo di materiali compositi richiede diverse valutazioni tecniche ed economiche, infatti a differenza dei metalli o altri materiali tradizionali, essi richiedono l’utilizzo di processi e metodologie, che anche se applicati su scala industriale e produttiva, risultano avere tempi e costi di realizzazione importanti.

Esistono diversi metodi per la produzione di manufatti in materiali compositi

Materiali compositi - Autoclave

Uno dei principali, nonché quello usato in campo aeronautico, è il processo in autoclave, poiché garantisce le migliori caratteristiche meccaniche sul prodotto finito

 

Questa lavorazione viene solitamente usata per trattare le fibre di carbonio o il kevlar. Vengono prima tagliati degli strati di fibre della lunghezza desiderata; successivamente questi vengono impilati e incollati. Questi blocchi sono poi successivamente inseriti in un’autoclave, dove vengono sottoposti a dei programmi di temperatura e pressione, al termine dei quali si ottiene il laminato indurito. In questa lavorazione è molto comune l’uso dei prepreg (fibre preimpregnate di resina), che garantiscono omogeneità strutturale al composito.

 

TIPOLOGIE DI MATERIALI COMPOSITI

Esistono numerose tipologie di materiali composti.  La prima distinzione divide in due macro aree le fibre e le matrici, a seconda che queste siano naturali o sintetiche.

Tra le tipologie più note di fibre sintetiche vanno sicuramente annoverate la FIBRA DI CARBONIO, la FIBRA ARAMIDICA (KEVLAR) e la FIBRA DI VETRO.

materiali compositi

 

A queste si affiancano le matrici sintetiche : POLIMERI TERMOINDURENTI , EPOSSIDICHE/POLIESTERE , POLIMERI TERMOPLASTICHE , POLIETILENE

Da quando sono apparsi per la prima volta sul mercato civile i primi prodotti in carbonio e resina termoindurente, la scienza ha compiuto passi in avanti nel mondo dei compositi; oggi sono infatti  disponibili altre tipologie di materiali con caratteristiche tecniche e funzionali alternative rispetto ai compositi tradizionali.

Particolarmente interessante risulta l’impregnazione di fibre naturali con resine termoplastiche di derivazione bio che consente di ottenere prodotti naturali ecofriendly molto richiesti dal mercato attuale

I compositi naturali,  costituiti cioè  da almeno un elemento di derivazione naturale, rivestono attualmente particolare importanza. Oggi infatti sono disponibili fonti alternative rispetto alle fibre tradizionali; è il caso ad esempio dei cosiddetti rinforzi “green”, come le fibre di canapa, di lino o di bambù.

BENEFICI 

L’utilizzo di materiali compositi consente di realizzare prodotti con caratteristiche prima impossibili oppure semplicemente dare nuova vita ad un prodotto ormai maturo.
I benefici derivanti dallo loro applicazione sono numerosi, tra cui:

  • RESISTENZA MECCANICA
  • RESISTENZA CHIMICA
  • STABILITA’ DIMENSIONALE
  • LEGGEREZZA
  • VERSATILITA’ NELLA REALIZZAZIONE DI GEOMETRIE
  • ELASTICITA’
  • DURATA NEL TEMPO

Oltre all’efficienza strutturale, i materiali compositi possono anche essere più intelligenti, più funzionali e versatili di quelli tradizionali. La combinazione di nuove funzionalità nei compositi è notevolmente più facile che con i metalli e l’unico ostacolo sono i confini dell’immaginazione.

I materiali compositi renderanno il mondo di domani un luogo sempre più funzionale in cui vivere!

 

Per saperne di piu www.epigroup.eu 

FOLLOW US ON

FACEBOOK :      https://www.facebook.com/pg/EPIcarbonfiber/%22

TWITTER : https://twitter.com/EpiCarbonFiber/

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/company/epi-carbon-fiber-manufacturing/

Arcione per sella da dressage in fibre id carbonio - Epi

EPI PRESENTA IL NUOVO ARCIONE DA DRESSAGE IN FIBRA DI CARBONIO

Dopo i modelli da salto e trekking, arriva in casa EPI l’arcione da dressage in fibra di carbonio! Un prodotto innovativo, che coniuga leggerezza , resistenza ed estrema precisione costruttiva.

Il dressage è una specialità degli sport equestri, detta anche gara di addestramento, in cui cavallo e cavaliere eseguono movimenti prevalentemente geometrici su un campo di forma rettangolare, volti a dimostrare il grado di addestramento dell’animale, mettendone in evidenza le andature naturali , l’eleganza e la completa sintonia con il proprio cavaliere.

Cosi come nelle altre discipline ippiche, anche nel dressage è fondamentale per cavallo e cavaliere avere a disposizione una buona sella.
Essa rappresenta il punto di contatto tra i due corpi, di conseguenza è indispensabile che riesca a garantire un’unione ottimale e ad assicurare il massimo confort ad entrambi.

Dopo mesi di ricerca tecnica, EPI è giunta allo sviluppo del suo arcione da dressage in fibra di carbonio, un prodotto innovativo che soddisfa le esigenze specifiche degli appassionati e garantisce al sellaio un ‘anima interna dalle elevate performance meccaniche.

L’arcione da dressage in fibra di carbonio, oltre a garantire leggerezza e resistenza, così come i suoi predecessori da salto e trekking, vanta un’elevata precisione costruttiva e versatilità di forma, che permettono tra le altre cose di personalizzare il prodotto secondo le esigenze specifiche.

Flessibilità ed indeformabilità si aggiungono all’elenco delle caratteristiche eccelenti che solo un materiale rivoluzionario come il carbonio riesce ad assicurare, consentendo prestazioni ottimali, comfort e massimo beneficio complessivo per cavallo e cavaliere.

La duttilità della fibra di carbonio consente di personalizzare le dimensioni , l’apertura e gli spessori, ottenendo così un arcione che segue perfettamente la morfologia del cavallo e dona al fantino una postura naturale e confortevole per poter seguire ed imporre in perfetta armonia il movimento del cavallo in qualsiasi situazione, senza alcuna costrizione.

La gamma di articoli da equitazione EPI, si amplia ulteriormente, accogliendo così il nuovo arcione da dressage in fibra di carbonio, che si affianca ai modelli da salto e da trekking, oltre agli accessori complementari.

Grazie all’accurarata ricerca e sperimentazione svolta negli ultimi anni, il team EPI ha sviluppato un forte know-how nella lavorazione dei materiali compositi e nella loro applicazione alle attrezzature sportive ad alto contenuto tecnico, settore in cui leggerezza, resistenza e precisione rappresentano caratteristiche indispensabili per incrementare la performance dell’atleta.

EPI ha iniziato la prototipazione di arcioni per selle da equitazione nel 2015, dopo diversi anni di studi e ricerche relative ai materiali compositi e ai processi di lavorazione della fibra di carbonio.
Gli arcioni sono costruiti interamente in fibra di carbonio, utilizzando il processo produttivo in autoclave, che garantisce le più elevate performance meccaniche.
Il risultato è un prodotto di gran lunga più leggero rispetto a quello in legno, con un notevole risparmio di peso e al tempo stesso con una resistenza altamente maggiore alle sollecitazioni e cadute.

La progettazione e manifattura degli arcioni avviene in maniera totalmente personalizzata rispetto alle esigenze e richieste dei clienti, applicando un processo produttivo studiato per semplificare il lavoro del sellaio che non dovrà modificare le sue consuetudini.

 

Per maggiori informazioni sugli arcioni EPI chiama lo 0831- 550328 o scrivici a info@epigroup.eu

 

FOLLOW US ON

FACEBOOK :      https://www.facebook.com/pg/EPIcarbonfiber/%22

TWITTER : https://twitter.com/EpiCarbonFiber/

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/company/epi-carbon-fiber-manufacturing/

LE IMPRESE GUIDATE DALLE IDEE

LE IMPRESE GUIDATE DALLE IDEE – 17 MAGGIO 2018 – POLITECNICO DI BARI

Per il ciclo di incontri “ Le imprese guidate dalle idee ”, si è svolto lo scorso 17 maggio il convegno “ NUOVI MATERIALI E PROCESSI PRODUTTIVI PER IL DESIGN INDUSTRIALE”, promosso da ADI e Politecnico di Bari , e tenuto da alcuni membri del team EPI, specialisti della produzione e del marketing.

La lecture, che rientra in un ciclo di incontri ( “ Le imprese guidate dalle idee”) promossi da ADI Puglia e Basilicata nel territorio di competenza,  si è tenuta presso il Politecnico di Bari, dipartimento DICAR, coordinato dalla professoressa Rosanna Carullo ed ha visto una grande partecipazione da parte di studenti dei corsi di design, architettura ed ingegneria.

Oltre alla professoressa Carullo, coordinatrice del Corso di laurea in Disegno industriale al Politecnico di Bari, che ha introdotto l’incontro, sono intervenuti Antonio Labalestra, professore di Storia del design nella stessa università, il quale ha descritto il contesto storico dell’innovazione, Giacomo Ventolone, Marketing Specialist di EPI , descrivendo il tema del  Design e marketing come leva economica nelle imprese, e Tonino Rossetti, Area Produzione di EPI , al quale è stata affidato il tema specifico dell’incontro: Nuovi materiali e processi produttivi per il design industriale.

La serata “ Le imprese guidate dalle idee” , condotta da Roberto Marcatti, presidente di ADI Puglia e Basilicata, parte dalla consapevolezza che l’innovazione del design si fonda sulla disponibilità di nuovi materiali e nuovi processi produttivi, e occorre che il marketing sia integrato in questo processo per comprendere la direzione in cui orientare la comunicazione e la distribuzione dei nuovi prodotti.

Nell’ambito del settore Arredo-Design, l’utilizzo dei materiali compositi, si pone l’obiettivo di alleggerire il prodotto finito, migliorandone contemporaneamente le caratteristiche meccaniche ed estetiche, oltre naturalmente a conferire un design distintivo. Una leggerezza che si traduce in maggiore semplicità di utilizzo e di movimentazione sia in magazzino che a casa.

EPI, azienda specializzata nella lavorazione della fibra di carbonio, progetta e realizza componenti in materiali compositi per diversi settori industriali . Di recente EPI ha collaborato con diverse aziende del settore arredo, per la progettazione e realizzazione di componenti e parti strutturali, costruite in fibra di carbonio. La tecnologia di derivazione aerospaziale si fonde con l’artigianalità ed il design dando vita ad oggetti unici, che portano un materiale ancora poco noto, come la fibra di carbonio, nella vita quotidiana!

Il pubblico di studenti e non solo, si è mostrato fortemente interessato e partecipe.

L’incontro “Le imprese guidate dalle idee” ha messo in luce numerose possibilità di collaborazione che proprio sullo studio dei materiali e dei processi di lavorazione trova una convergenza tra i settori delle scienze delle ingegnerie e il design, settori che già collaborano all’interno del Corso di studi in disegno industriale.

Lo evidenzia anche la Professoressa Carullo in un suo commento all’evento: “L‘incontro organizzato dall’ADI con la collaborazione del  Corso di Studi in Disegno industriale del Politecnico di Bari è stata l’occasione per un confronto tra università ed eccellenze produttive del territorio. Numerosi sono i temi di approfondimento emersi, primo tra tutti l’uso di materiali innovativi da un lato sperimentati su tipologie di prodotto tradizionali, dall’altro da mettere continuamente alla prova nelle loro molteplici possibilità di applicazione, alla ricerca di una loro linguaggio estetico possibile. Da questo punto di vista è emersa l’importanza del dialogo tra le discipline del design e  della storia del design e le discipline ingegneristiche, un dialogo che il Corso di Studi favorisce costantemente anche a livello didattico e che può trovare nel rapporto con le aziende del territorio il suo miglior campo di sperimentazione, in circolo virtuoso tra ricerca, didattica e imprese innovative che l’Adi in questi anni promuove con costanza”.

Emerge da tali parole il prezioso lavoro dell’ ADI che si prefigge lo scopo di mettere in sinergia più attori e più competenze proprio attraverso questo tipo di manifestazioni e “mappare il territorio di competenza di ognuna delle 13 Delegazioni Nazionali alla ricerca di imprese e professionisti con cui parlare lo stesso linguaggio: progetto, ricerca, innovazione, tecnologia, sostenibilità, sistemi produttivi alternativi, ecc.” , come sostiene Roberto Marcatti.

Il presidente prosegue poi affermando “E’ una soddisfazione personale e di tutti i componenti del Direttivo della Delegazione vedere che si può e si deve fare di tutto affinchè mondi diversi si parlino ed inizino a collaborare insieme su nuovi progetti e nuove strategie, è primario il dialogo tra le diverse competenze e discipline del design, compresa quella del design sociale. Sono certo che anche altre Imprese ed Istituzioni accademiche potranno collaborare con noi, che come Associazione abbiamo maturato in 60 anni dalla nostra costituzione una esperienza ed un ruolo di grande importanza rappresentando tutta la filiera del Made in Italy.”

technology hub 2018

TECHNOLOGY HUB 2018 – MILANO 17/19 MAGGIO – FIERA MILANO CITY

EPI CARBON FIBER MANUFACTURING A TECHNOLOGY HUB 2018 PRESENTA IL CONVEGNO: “DALLA MECCANICA AI COMPOSITI – IL PROGETTO ILATRO“.

Si svolge in questi giorni a Milano Technology Hub 2018, l’evento professionale che propone le nuove tecnologie a servizio del business in un ambiente di integrazione e contaminazione delle competenze per estendere i campi di applicazione di prodotti e servizi.
Una manifestazione dedicata trasversalmente a tutti i nuovi trend tecnologici e alle modalità di business ad essi connesse, per soddisfare la crescente necessità informativa delle imprese e contribuire all’innovazione del sistema produttivo.

Technology Hub 2018 è una fiera a 360° che garantisce relazioni commerciali con professionisti provenienti da settori di destinazione diversi. Un momento di networking e interazione con gli addetti alla digital trasformation di tutti i settori produttivi.
Presso il MiCo fieramilanocity, i visitatori potranno prendere parte gratuitamente a un ricco programma di convegni, speech tecnici e workshop dedicati alla tecnologie emergenti.
L’area espositiva sarà infatti affiancata da numerose aree dimostrative e presentazioni tecniche per coinvolgere in maniera dinamica espositori e visitatori.

Il ventaglio dei temi trattati da convegni e workshop all’interno di Technology Hub 2018 è davvero ampio e abbraccia tutti i temi dell’iinovazione, dai droni ai Bitcoin, passando per i robot in campo medicale, dalla realtà virtuale ai materiali innovativi.

Proprio quest’ultimo argomento vede protagonista Epi-Carbon Fiber Manufacturing , che grazie alla storica collaborazione con il CETMA di Brindisi, è presente a Technology Hub 2018 per tenere un convegno dedicato alla ricerca e all’innovazione dei materiali.
Dalla meccanica ai compositi: il progetto Ilatro” è il titolo della presentazione che ripercorre la storia della azienda, raccontando il processo di diversificazione che è in atto da alcuni anni e che vede il passaggio dall’attività meccanica, specializzata nella carpenteria ed impiantistica industriale, alla lavorazione dei materiali compositi, arrivando alla creazione di un brand di proprietà per la produzione e commercializzazione di articoli di valigeria.

 

technology hub 2018 - ilatro

La storia di EPI inizia nel 1997, anno della sua fondazione , come realtà specializzata nella consulenza e realizzazione di impianti industriali e nel campo delle costruzioni di carpenteria metallica pesante, forte di decenni di precedente esperienza del fondatore nel settore. Le competenze acquisite nel corso degli anni e la vicinanza sia a centri di ricerca sui MATERIALI COMPOSITI sia al distretto aeronautico hanno spinto l’azienda ad investire in ricerca e sviluppo su questi materiali innovativi, in primis la FIBRA DI CARBONIO.

Oggi la EPI si divide in due rami aziendali:

  • Servizi tecnici e carpenteria industriale
  • Manifattura materiali compositi

Alcuni anni fa la EPI ha avviato il suo percorso con i MATERIALI COMPOSITI studiandone le possibili applicazioni e processi produttivi, in collaborazione con il CETMA, sia in tema di processi produttivi che di ingegneria di prodotto.

Il passo successivo è stato la creazione di una nuova divisione aziendale dedicata alla manifattura di componenti in fibra di carbonio, allestita con autoclavi di costruzione propria.
Proprio grazie alle competenze sviluppate da EPI e dagli studi dei processi produttivi utilizzati in campo aeronautico, nasce nel 2015 il progetto ILATRO.
Anche nel settore valigeria negli ultimi anni la ricerca di nuovi materiali rappresenta uno dei principali temi in fatto di innovazione; la fibra di carbonio, grazie alla sua versatilità, elevate performance in termini di resistenza-peso, e valenza estetica, si pone come elemento rivoluzionario e totalmente innovativo.

Sulla questa base ILATRO propone articoli di valigeria, realizzati a mano, con le più avanzate tecnologie nel campo dei materiali compositi, coniugando le incredibili proprietà della FIBRA DI CARBONIO con il design e lo stile MADE IN ITALY.
I trolley ILATRO, con un peso molto ridotto, permettono di viaggiare con praticità e leggerezza, ma garantendo al tempo stesso resistenza e qualità. La collezione ILATRO, composta da 3 modelli, si rivolge un viaggiatore esigente e innovativo, che cerca la massima funzionalità nel suo bagaglio, senza rinunciare alla qualità e al design.

Oltre al brand ILATRO, EPI porta avanti parallelamente l’attività di lavorazione dei materiali compositi, rivolgendosi a diversi settori di mercato come partner nello sviluppo di componenti ed oggetti innovativi caratterizzati dall’integrazione dei materiali compositi per migliorare le performance del prodotto finito.

I principali settori di riferimento sono oltre alla valigeria, ad uso professionale e personale, l’equitazione e più in generale gli sport che richiedono attrezzature ad alto contenuto tecnologico, e il settore arredo-design, laddove i materiali compositi contribuiscono da un punto di vista struttuale ed estetico.

La costante ricerca e sperimentazione che guida l’ azienda e la grande versatilità della fibra di carbonio consentono al team di studiare e sperimentare soluzioni per sempre più diverse applicazioni ed ambiti industriali, totalmente personalizzate in base alle esigenze del cliente.

 

WWW.EPIGROUP.EU

WWW.ILATRO.COM 

FOLLOW US ON

FACEBOOK :  https://www.facebook.com/ilatrodesign/        https://www.facebook.com/pg/EPIcarbonfiber/%22

INSTAGRAMM :  https://www.instagram.com/ilatro/

TWITTER :  https://twitter.com/IlatroDesign     https://twitter.com/EpiCarbonFiber/

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/company/epi-carbon-fiber-manufacturing/

TECHNOLOGY HUB

TECHNOLOGY HUB – MILANO 17-19 MAGGIO 2018 – FIERA MILANO CITY

TECHNOLOGY HUB TECHNOLOGY HUB è uno dei più grandi eventi in Italia dedicati alla tecnologia in campo professionale, si terrà dal 17 al 19 maggio 2018 presso MiCo- Fieramilanocity. Una grande opportunità per rimanere aggiornati sulle più recenti innovazioni per il futuro. Gli ‘Hub’ appunto, o settori, portati all’ interno della fiera riguarderanno droni, materiali avanzati, elettronica e IoT (internet delle cose), robot e ovviamente stampa 3D e tecnologie di manifattura additiva.

Durante i tre giorni  i visitatori potranno prendere parte gratuitamente a un ricco programma di convegni, speech tecnici e workshop dedicati alle tecnologie emergenti. Aziende, esperti e associazioni di categoria animeranno le piazze tematiche dell’evento per dare risposte alle nuove esigenze di produzione e lavoro che le aziende devono affrontare nel percorso di digitalizzazione del proprio business.

EPI parteciperà a TECHNOLOGY HUB , tenendo un convegno dedicato all’applicazione dei materiali compositi nel settore valigeria.

Il convegno intitolato “Dalla meccanica ai compositi: il progetto ILATRO” si terrà il giorno 17 maggio, alle ore 11.30 , in  PIAZZA MATERIALI E NANOTECNOLOGIE  e sarà condotto da Cosimo Epifani, titolare dell’azienda e responsabile sviluppo.

PROGRAMMA 

PRIMA PARTE – L’AZIENDA

  • Le origini di EPI e la diversificazione: dalla meccanica ai materiali compositi.
  • La collaborazione con il CETMA: studio dei compositi e delle possibili applicazioni.
  • Costruzione di Autoclavi e allestimento dell’aerea produttiva.

SECONDA PARTE – MATERIALI COMPOSITI

  • Definizione, tipologie e processi produttivi
  • Settori di riferimento e progetti in corso

TERZA PARTE – IL PROGETTO ILATRO

  • Il progetto ILATRO: valigeria in fibra di carbonio made in Italy.
  • L’idea, lo sviluppo, la collezione.

 

EPI, azienda storica nel campo della meccanica , negli ultimi anni ha differenziato la sua attività, avviando uno studio sui materiali compositi, le loro applicazioni ed i processi produttivi dedicati, in collaborazione con CETMA ( Centro di Ricerche Europeo di Tecnologie, Design e Materiali di Brindisi) . E’ nata così la divisione Carbon Fiber Manufacturing, che da alcuni anni, progetta e realizza componenti ed oggetti in fibra di carbonio e materiali compositi, principalmente per il settore valigeria, equitazione ed arredo. Contemporaneamente l’azienda ha lanciato un marchio proprio di articoli da valigeria, ILATRO. La collezione composta da trolley interamente in fibra di carbonio ultra leggeri e resistenti, è realizzata in Italia, con un design unico ed utilizzando un processo di lavorazione derivante dal campo aerospaziale, che garantisce performance eccezionali.

 

 

Ulteriori informazioni sul programma di TECHNOLOGY HUB  , sui convegni, sulle iniziative speciali e sul catalogo espositori sono reperibili cliccando ai seguenti link:

Programma del convegno: https://bit.ly/2rvRJrj
Convegni e Workshop https://bit.ly/2G1xgQD
Iniziative speciali: https://bit.ly/2IbJhVx
Catalogo espositori: https://bit.ly/2wvSuXj

WWW.EPIGROUP.EU

WWW.ILATRO.COM 

FOLLOW US ON

FACEBOOK :  https://www.facebook.com/ilatrodesign/        https://www.facebook.com/pg/EPIcarbonfiber/%22

INSTAGRAMM :  https://www.instagram.com/ilatro/

TWITTER :  https://twitter.com/IlatroDesign     https://twitter.com/EpiCarbonFiber/

LINKEDIN: https://www.linkedin.com/company/epi-carbon-fiber-manufacturing/

 

 

Attedo e design in fibra di carbonio - poltrona - Epi

CARBON LEAF: L’INNOVATIVA POLTRONA IN FIBRA DI CARBONIO

Carbon Leaf, la rivoluzionaria poltrona in fibra di carbonio, realizzata da Epi per Delta Salotti, è stata presentata in questi giorni, al Salone del mobile di Milano 2018.   L’innovazione tecnologica di matrice aerospaziale e il design più all’avanguardia si incontrano per dare alla luce un oggetto unico che sembra fluttuare nell’aria!

Fibra di carbonio e arredamento, due mondi all’apparenza tanto distanti tra loro, si intrecciano nel nome dell’innovazione e della tecnologia.   Due realtà imprenditoriali pugliesi, accomunate dalla voglia di rinnovarsi e dalla curiosità verso i materiali del futuro.

Da un lato, EPI  azienda brindisina specializzata nella progettazione e produzione di componenti in fibra di carbonio e materiali compositi per diversi settori; dall’altro DELTA SALOTTI, situata nel cuore del distretto murgiano del mobile imbottito, Santeramo in Colle, realizza da anni sedute e divani di qualità in grado di sfidare il tempo e le mode.

Parola chiave comune: MADE IN ITALY!

Dall’incontro tra due aziende fortemente innovative, attente al design e alla qualità made in Italy, nasce Carbon Leaf, una seduta che rompe i classici schemi del mondo dell’arredo e porta un materiale ancora poco noto, come la fibra di carbonio, nella vita quotidiana!

La poltrona in fibra di carbonio Carbon Leaf, realizzata da EPI per DELTA SALOTTI, è stata disegnata per ottenere elevata leggerezza, solidità ed equilibrio estetico grazie all’ utilizzo di una lamina in fibra di carbonio dello spessore di 5 mm, altamente resistente alle diverse sollecitazioni.
Il risultato è un oggetto unico che sembra fluttuare nell’aria e che sostiene l’ampia cuscinatura realizzata con imbottiture ecologiche waterlily.
Oltre alle caratteristiche estetiche e al design distintivo, l’obiettivo di questo progetto punta ad alleggerire il prodotto migliorandone contemporaneamente le caratteristiche meccaniche ed estetiche.
Una leggerezza che si traduce in maggiore semplicità di utilizzo e di movimentazione sia in magazzino che a casa.

 

La tecnologia dei materiali utilizzata per questo progetto proviene dalla ricerca in ambito aerospaziale che EPI da anni porta avanti in collaborazione con centri di ricerca specializzati,  studiando l’applicazione dei materiali compositi  ad oggetti d’uso più comune ma dalle performance elevate.

La FIBRA DI CARBONIO si caratterizza sia per le sue eccellenti proprietà meccaniche, come il rapporto resistenza-peso, che per la sua estetica. Applicata all’arredo-design, questo materiale dalle performance eccezionali, consente di rinnovare prodotti esistenti o crearne di nuovi, con caratteristiche uniche!

Il processo di lavorazione della poltrona in fibra di carbonio Carbon Leaf, parte da un’attenta ricerca stilistica ed ingegneristica elaborata dalle due aziende, per coniugare al meglio le esigenze estetiche con la fattibilità tecnica del progetto.

La lavorazione della struttura in fibra di carbonio avviene attraverso un processo di laminazione manuale, unito all’utilizzo di autoclavi industriali; tale tecnologia di derivazione aeronautica assicura i più elevati standard qualitativi ed un’elevata resistenza meccanica.

Completano il prodotto i rivestimenti di altissima qualità e la grandissima esperienza artigianale, da sempre pilastri di DELTA SALOTTI.

Tecnologia all’avanguardia ed artigianalità si fondono e fungono quindi da raccordo tra le due aziende, che trovano nella qualità dei materiali e nel made in Italy un fondamentale  punto in comune, dando un’eccellente esempio di cooperazione tra due realtà fortemente specializzate nel proprio campo, ma con la volontà di aprirsi a nuove sfide produttive!

 

 

Oggetti in fibra di carbonio casco fibra carbonio star wars - Epi

La rivoluzione dei materiali compositi: gli oggetti in fibra di carbonio a cui non avresti mai pensato.

Gli oggetti in fibra di carbonio non riguardano più solo i settori più tecnici, ma sempre più frequentemente li ritroviamo anche in prodotti dall’uso “quotidiano”. I materiali compositi, infatti, grazie alle loro eccezionali caratteristiche si prestano egregiamente all’utilizzo nei più disparati settori industriali.

Quando si parla di fibra di carbonio sicuramente gli aerei sono la prima cosa a cui pensiamo!

In effetti questo materiale è ampiamente impiegato nell’industria aerospaziale grazie alle sue caratteristiche di elevata resistenza contrapposta a peso ridotto, che conferiscono eccezionali performance meccaniche. Tuttavia il suo utilizzo non si ferma ai settori altamente tecnici come quello aeronautico o automobilistico. Negli ultimi anni, oggetti in fibra di carbonio e materiali compositi – dalla forte connotazione luxury – si stanno facendo sempre più strada nella vita quotidiana.

Per i fanatici della tecnologia e dell’innovazione avere in casa oggetti in fibra di carbonio è un must. Non solo per i benefici tecnici, ma soprattuto per l’esclusiva valenza estetica.

Il finish unico del carbon look sarà difficilmente replicabile con altri materiali; se a ciò si aggiunge il fatto che quell’oggetto sarà pressochè indistruttibile, allora è facile capirne l’appeal che tali pezzi possono avere agli di un consumatore esigente.

Quali sono i possibili campi d’applicazione della fibra di carbonio? Praticamente tutti!!!

Con la fibra di carbonio è possibile realizzare articoli di ogni tipo e funzione, dalle attrezzature sportive alle borse; dagli oggetti da tavola agli accessori per il bagno.

Uno degli oggetti più strani , ad esempio, è il CASCO IN FIBRA DI CARBONIO “STORMTROOPER” , realizzato come spettacolare gadget per gli appassionati della saga Guerre stellari, in occasione dell’uscita dell’episodio VII.

Gli amanti del total black anche nella toilette non potranno fare a meno di una bellissima vasca da bagno e del WC in fibra di carbonio.

 

 

 

Persino a tavola la fibra di carbonio si presta bene per stupire gli amici a cena.  Che siano bacchette da sushi, sottobicchieri, o addirittura contenitori artigianali in ceramica e carbonio l’effetto sorpresa è assicurato.

 

Anche il mondo dello sport è stato toccato da questa rivoluzione. Da diverso tempo nelle attrezzature sportive più performanti viene utilizzato il carbonio, per incrementare le performance.

Ne sono un esempio le selle da equitazione. I produttori più innovativi stanno progressivamente sostituendo la tradizionale anima interna in legno ( arcione) con l’equivalente in carbonio, guadagnando numerosi benefici in termini di resitenza, elasticità e modellabilità.

 

E per non rinunciare mai all’esclusività della fibra di carbonio, perchè non portarla con sè anche anche in viaggio?

Policarbonato e ABS non bastano più. Le valigie del futuro saranno in carbonio. Ultra leggere ma resistentissime a urti e sollecitazioni , molto comuni soprattutto nei viaggi in aereo.

oggetti in fibra di carbonio - valigiaoggetti in fibra di carbonio - valigia

E ancora occhiali da vista, biglietti da visita, fermasoldi, borse, bastoni da passeggio, orologi. La lista potrebbe scorrere all’infinito, dimostrando come questo incredibile materiale si presti perfettamente ad ogni tipo di utilizzo.

Noi di EPI stiamo cavalcando questo trend, consapevoli dell’evoluzione delle tecnologie e dei materiali, ma al tempo stesso con alle spalle una forte competenza tecnica e con impianti produttivi all’avanguardia. La nostra azienda produce componenti ed oggetti in fibra di carbonio e materiali compositi.

Dalle selle da cavallo alle valigie, passando per il settore arredo-design, il nostro ufficio tecnico studia e sperimenta costantemente soluzioni innovative per diversi settori, personalizzandole sulla base delle esigenze del cliente.

 

www.epigroup.eu

Spoga horse fair

Spoga Horse Fair – Cologne 4-6 febbraio 2018

Spoga Horse è una delle maggiori fiere dedicate al mondo dell’equitazione.  Due volte all’anno, Spoga Horse riunisce  domanda e offerta globale per gli sport equestri a Colonia, per presentare le maggiori innovazioni e definire le tendenze del settore.

Il team EpiCarbon Fiber Manufacturing, sarà presente anche a questa edizione, per presentare le innovazioni inerenti al comparto arcioni da equitazione e attrezzature sportive in fibra di carbonio.

Arcioni in fibra di carbonio: tecnologia applicata all'equitazione

 

 

Continuando ad utilizzare questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina, l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi